Chi sono - Giorgio Virotta Photographer

Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi sono


Nasco ad Alzano Lombardo (BG) l'11 luglio 1957 e vivo da sempre a Bergamo

Sono un medico di Medicina Nucleare ma come potete vedere la mia passione è la FOTOGRAFIA.  

Tanti si chiederanno cosa fa un Medico Nucleare? Semplice: esegue le scintigrafie che sono …. "Immagini in bianco e nero o a colori" …. che rappresentano la funzione di organi o apparati del nostro corpo …. Sono fotografie che non si fermano alla superficie delle persone ma vanno a scavare nel più profondo come tante volte vorrebbe fare anche il fotografo. Ma a differenza della fotografia la scintigrafia deve essere la più obiettiva ed oggettiva possibile senza che ci sia alcuna interferenza da parte di chi la esegue.
Nella fotografia invece l'apporto che il fotografo può dare nella realizzazioni delle sue immagini è fondamentale nel poter creare quella particolare miscela che cattura l'attenzione di chi guarda.

La passione per la Medicina e la Fotografia sono nate in me direi quasi contemporaneamente nel marzo del 1974 e da allora per motivi diversi fanno  parte della mia vita ed entrambe mi hanno dato soddisfazioni
Ho iniziato come tanti con una piccola compatta, regalata, per passare rapidamente a macchine più importanti, su tutte la Biottica della Rolleiflex e successivamente alle più maneggevoli e versatili reflex.
Da quasi subito mi è sembrato un limite eseguire uno scatto e lasciare lo sviluppo e la stampa a chi lo faceva per professione ma agiva in modo acritico sia sui tagli che sulla scelta del tipo di carta o dei tempi di esposizione.  E' stato quindi inevitabile allestire una camera oscura che mi ha consentito di conoscere e approfondire le tecniche di stampa,

Dopo un periodo di pausa dovuto agli impegni familiari e lavorativi mi sono riavvicinato alla fotografia digitale sempre grazie ad un regalo … anche stavolta con  una compatta di buon livello e che ha avuto il merito di riaccendere una voglia mai dimenticata. Così all'alba dei 50 anni mia moglie mi ha accompagnato a scegliere la mia nuova reflex che mi ha permesso di riscoprire il grande piacere della fotografia.
"E' come ritornare bambini", mi disse il rivenditore vedendo il mio entusiasmo dopo i "primi rullini".
Era vero!


Torna ai contenuti | Torna al menu